Questo sito, o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy. Chiudendo questo banner o continuando a navigare acconsenti all’uso dei cookie.
Per saperne di più sui cookies leggi la nostra cookies policy

default_mobilelogo

sostieni il crfs lipu roma sostieni la lipu

faina-minGli occhi sono ancora chiusi, il corpo ancora caldo. L’uno si appoggia all’altro, come a formare un gomitolo. A pochi chilometri di distanza, auto e camion sfrecciano nel traffico del Grande raccordo anulare.

I due cuccioli giacciono sul selciato, i genitori non ci sono più. O, perlomeno, non si sono più visti, da quelle parti. Una mano sensibile raccoglie i due animaletti: hanno solo 15 giorni. Li avvolge in una coperta, cerca di saziare la loro fame. Li porta poi al Centro recupero della Lipu, a Roma. I piccoli hanno problemi di salute, un latte non adatto ha causato loro disturbi all'intestino.

Allertati, volontari e personale del centro Lipu si mobilitano. Per due settimane, anche di notte, si organizzano per assicurare le poppate ai due sfortunati. Faine? Martore? Non si sa, ancora, con esattezza, così piccoli è impossibile distinguerli. Il tempo, la scienza, chiarirà anche questi dubbi.

Ma poco importa, ora bisogna assicurare loro tutta l’assistenza possibile. Intanto i piccoli crescono, in buona compagnia, tra volpi, ricci e rapaci. Giorno dopo giorno iniziano ad alimentarsi da soli, e al Centro Lipu torna la speranza: i piccoli sono vispi e ora si nutrono senza essere aiutati.
E’ iniziato il lungo percorso di reintroduzione in natura. Qualche giorno in un box, poi li aspetterà un recinto all’esterno del Centro recupero. E, come atto finale, la liberazione in natura. Magari nella stessa area, in zona Boccea, dove furono ritrovati, quel lontano 10 aprile. E magari incrociando, per caso, quegli stessi genitori che non erano riusciti ad accudirli.
Forse, avevano contato su quella mano sensibile che li ha raccolti, e su quelle braccia generose, che per tante ore li hanno sostenuti. 

Sono centinaia e persino migliaia, le storie come questa che, nel corso dell’anno, colpiscono e coinvolgono tante persone che amano la  natura e gli animali. In Italia operano attualmente 11 Centri di recupero dove quasi 200 tra volontari e operatori curano oltre 15mila animali, non solo uccelli, ma anche ricci, tartarughe e altri mammiferi bisognosi d’aiuto.

Newsletter CRFS Lipu

Resta aggiornato sulle nostre attività
Privacy e Termini di Utilizzo

Contatti CRFS Lipu

Centro Recupero Fauna Selvatica
Lipu di Roma

Via Ulisse Aldrovandi, 2 
(angolo Via Belle Arti) 
00197 Roma

Tel/fax 06.3201912

Email: crfs.roma@lipu.it

Aperto tutti i giorni, compresi i festivi, orario continuato:
9.30-17.30