Questo sito, o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy. Chiudendo questo banner o continuando a navigare acconsenti all’uso dei cookie.
Per saperne di più sui cookies leggi la nostra cookies policy

default_mobilelogo

sostieni il crfs lipu roma sostieni la lipu

uccellino appena salvatoLa stagione riproduttiva è in pieno svolgimento, dunque tutti gli animali selvatici sono impegnati in quello che è il compito più importante per loro da portare a compimento e cioè assicurare alla propria specie una discendenza.

Alcuni di questi, soprattutto uccelli, condividono i nostri stessi spazi ossia vivono e si riproducono nelle nostre città ed è quindi possibile, in questo periodo, imbattersi in pulcini che si aggirano in strada o stazionano sui nostri terrazzi. Come comportarsi in questi casi?

La situazione più comune è trovare un uccellino in terra da solo e giudicarlo immediatamente come caduto dal suo nido, situazione possibile, ma attenzione perchè potremmo anche sbagliarci.

E’ bene sapere che quasi tutti gli uccelli escono dal nido spontaneamente prima ancora di saper volare e di saper mangiare da soli, sanno solamente camminare e saltellare, questo passaggio fondamentale serve al genitore per insegnare al piccolo come riuscire a cavarsela da solo, come alimentarsi e come riconoscere i pericoli. Gli animali non hanno i libri di scuola per imparare a sopravvivere ma solamente l'esperienza dei loro genitori che in quel breve periodo di svezzamento a terra cercano di tramandargli. Quindi, è vero che il piccolo sarà in pericolo rischiando di finire nelle grinfie di un gatto o investito da un automobile, ma è anche vero che è l’unico modo per lui di crescere.

L'errore più comune è prendere un piccolo in questa fase, tenerlo in casa qualche giorno, il tempo necessario per essere in grado di volare e poi liberarlo, in questo modo lui sicuramente saprà volare ma non saprà ne riconoscere i pericoli ne capire di cosa dovrà nutrirsi, per lui non siamo stati di nessun aiuto anzi lo abbiamo penalizzato.

E’ dunque necessario per noi sforzarci di non identificare un pulcino di un animale selvatico come fosse un bambino altrimenti rischiamo di sbagliare e compromettiamo la sua naturale crescita, il fatto che vivano in città non significa che abbiano acquisito anche il nostro modo di vivere. Gli animali hanno regole diverse dalle nostre ed è nostro dovere rispettarle.

Detto questo ci sono anche moltissime situazioni in cui possiamo intervenire, ma dato che la casistica è praticamente infinita la soluzione migliore è chiedere consiglio ad un esperto per decidere insieme quale sia la cosa migliore da fare. Contattateci: 

CENTRO RECUPERO FAUNA SELVATICA LIPU di ROMA
Via Ulisse Aldrovandi,2 (angolo Via Belle Arti) 00197 Roma
tel/fax 06.3201912 orario 9.30-17.30 continuato  tutti i giorni compresi i festivi
sito web: www.crfslipuroma.it  email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter CRFS Lipu

Resta aggiornato sulle nostre attività
Privacy e Termini di Utilizzo

Scrivi al CRFS

Email:
Oggetto:
Messaggio:

Contatti CRFS Lipu

Centro Recupero Fauna Selvatica
Lipu di Roma

Via Ulisse Aldrovandi, 2 
(angolo Via Belle Arti) 
00197 Roma

Tel/fax 06.3201912

Email: crfs.roma@lipu.it

Aperto tutti i giorni, compresi i festivi, orario continuato:
9.30-17.30